Geometrie, griglie e variazioni di forma sono gli elementi di base per la realizzazione di questi alfabeti monospaziati.
Partendo dagli studi di Crouwel e da quelli più attuali di Paul McNeil, sono stati realizzati gli “scheletri” delle singole lettere dell’alfabeto utilizzando moduli geometrici su una griglia; variando il modulo si sono ottenute forme diverse riconducibili alla stessa radice.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

The quick brown fox jumps over the lazy cat