nel marzo del 1973 (entrata in vigore il 1 luglio 1975) è stato sottoscritto un accordo internazionale di oltre 140 stati, tra cui l’Italia, a tutela delle specie animali e vegetali a rischio estinzione, ma ancora oggi il mercato illegale di souvenir esotici continua a contribuire all’estinzione di numerose specie di fauna e flora terrestre e marina.

la campagna “un ricordo può costare caro!”, realizzata per il comune di napoli, vuole informare e sensibilizzare sui rischi di questo mercato illegale al fine di tutelare la flora e la fauna del nostro pianeta ed evitare che turisti inconsapevoli incorrano in sequestri e sanzioni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin